Dfy Youtube Automation by Luca Valori: no ai risultati, sì alle minacce

Ieri, come molti di voi sanno, siamo andati live con un’altra testmonianza da uno dei clienti della “Luca Valori International”. Sempre per il cosidetto “done for you” (DFY). Questa volta, però, la promessa di guadagno garantito e rapido non avveniva tramite improbabili ecommerce in dropshipping, ma con un fantomatico progetto di “Youtube automation”.

Fuffa prussima, insomma. Per non dire altro (che verrà ipotizzato in altre sedi).

In totale 4000 euro presi da Francesco e dal suo amico Filippo, che hanno diviso la spesa dietro la promessa chiara del solito Joele Farronato: "garanzia personale da parte di Luca di arrivare a 6200 euro netti in 45 giorni".

Di giorni ne sono passati quasi 180 e, Filippo e Francesco, in cambio dei 4000 euro versati (3500 subito ed altri 500 circa per comprare a parte 6 video, di cui solo 3 caricati), si sono ritrovati con un canale da zero iscritti e 15 views totali.

L’INGRESSO DELETERIO DI “SOCIALSEB”

Durante la live, è intervenuto anche un improbabile “consulente” della Valori International, anche lui 20enne come i due clienti: il signor Sebastian Rossi.

Profilo linkedin più desolante del deserto emiratino, piglio da wannabe fuffaro puro, fallacie logiche più presenti dei congiuntivi azzeccati e tantissima spocchia delirante a coprire evidenti cialtronerie indifendibili.

Per altro, come potete leggere dallo screen, il signor Rossi si definisce “proprietario di SocialSeb”. Praticamente possiede un nickname, visto che al momento non risultano società con questo nome.

Per altro, il signor Rossi, è ben conosciuto alla community di Fufflix per le sue sortite da avvocato difensore (scarso, va detto) della retorica fuffara con il suo nickname, “Socialseb”. Da mesi, infatti, il ragazzo imperversa (da abbonato) nelle live chat durante le nostre dirette sul canale Youtube di Fufflix, creando spesso flame sterili dove in solitaria prova improbabili sortite da leccaguru doc. Mai ci aveva detto di lavorare per il signor Luca Valori e, a modesto avviso dello scrivente, avrebbe fatto meglio a non dirlo e a rimenere “sotto copertura”.

La sua performance potete infatti ammirarla in due momenti distinti della lunga live: da qui e da qui.

Alcune dei momenti più imbarazzanti, sono sicuramente quello dove prova a giustificare un’immagine di copertina trafugata dal video di un noto youtuber americano e, ovviamente, quello dove confonde un cliente convinto a spendere 4000 euro per un servizio di fatto inesitente da un investitore in startup innovative.

In ogni caso, il signor Rossi ad un certo punto scarica il barile, sostenendo di non essere responsabile per quanto promesso in fase di vendita. Anzi, rampognando i due ragazzi poichè (te pareva) non avrebbero approcciato al “business” con il giusto approccio da imprenditori.

Peccato, però, che come dimotrato in maniera inconfutabile durante la live, i fase di vendita nessuno abbia mai prospettato loro alcun tipo di ulteriore investimento o tanto meno attese a tempo indeterminato per i rientri unite alla possibilità di perdere tutto il capitale speso.

Dopo aver incassato i 3500 euro, il team Valori ha poi fatto capire che ci sarebbero voluti altri soldi, che i video non erano compresi (senza mai spiegare a cosa servissero allora le prime migliaia di euro investite) e che la media per sperare di rientrare dell’investimento era di circa 10 mesi (audio di Sebastian Rossi fatto ascoltare da qui.

LA MINACCIA:“PERDERETE IL BUSINESS E DOVRETE METTERE MANO AL PORTAFOGLIO

Oltre al danno, però, la beffa: Francesco, infatti, dopo la live ha ricevuto un audio di 4 minuti da Joele Farronato, che lo ha minacciato di querela. O meglio, ha cercato di far intendere che procederanno sicuramente, per presunta diffamazione, con tanto di commento:“Abbiamo registrato la live e la utilizzeremo in sede penale”.

Per altro, nell’audio Farronato contraddice Sebastian Rossi, perché sostiene che i due canali mostrati in live, “Comixando” e “Lucros”, siano loro visto che “ci portano soldi”.

Rossi, invece, in live ha sostenuto che quei canali sono stati creati e poi rivenduti (ovviamente senza fornire prove in tal senso).

Farronato poi assicura che Rossi “sarebbe andato avanti in maniera ossessionata anche per anni”, per provare a far monetizzare il canale. Ma come? E il messaggio dove promette 6200 euro netti, garantiti personalmente da Valori, entro 45 giorni?

Nelle prossime 24 ore verrai contattato dal reparto penale” e ancora “Ci sarà bisogno di mettere mano al portafoglio, nel momento in cui la situazione andrà avanti”.

Farronato si dice anche molto dispiaciuto perché “da una situazione piacevole si passerà ad una situazione completamente spiacevole”. Visto che “oltre a rovinare il business attuale e perdere il budget, si dovrà mettere mano al portafoglio in maniera più cospicua per difendersi dal punto di vista penale”.

Insomma, il venditore di Valori, oltre a mostrare scarsa padronanza nell’utilizzo della sua lingua madre, dimostra anche di non capire cosa rischia chi proferisce questo tipo di minacce, per altro a dei clienti che hanno tutte le ragioni del mondo per essere scontenti e, in live, non hanno offeso né diffamato nessuno, limitandosi a riportare in maniera chiara e puntuale, con audio e chat, le motivazioni del proprio scontento.

Fa rabbia ed al contempo tristezza, in effetti, vedere queste bande organizzate di ragazzini con più scrupoli che competenze comprovate, dedite a spillare denaro ad altri giovanissimi, utilizzando tecniche di vendita manipolatorie quando non proprio totalmente ingannevoli.

Il tutto, cercando di sostituire con spalvenderia e ridicola arroganza la mancanza di professionalità e conoscenza dei servizi e strumenti che vendono. Un insulto ed una concorrenza sleale, per certi versi, anche nei confronti di chi si sforza di proporsi sul mercato con etica e trasparenza, trattando i propri clienti (giustamente) scontenti con rispetto e professionalità.

Perché, il signor Valori, dovrebbe capire che lasciare nelle mani di questi ragazzini esaltati il settore vendite e comunicazione, il messaggio urlato che ne deriva è chiarissimo:“Non affidatemi un euro, perché lo brucerete ed in più verrete anche scherniti e minacciati dai miei collaboratori”.

28 Mi Piace

Alla tua puntuale ricostruzione, aggiungerei che il buon Seb ha di fatto ammesso che la fase di vendita è una giungla in cui si può dire e promettere di tutto (di fatto abrogando numerosi articoli del codice del consumo, l’articolo 1337 cc e ribaltando tutta la giurisprudenza in merito alla responsabilità precontrattuale), in quanto ciò che realmente conta è il contratto. Contratto del quale però lui non sapeva nulla e, a quanto riportano i due ragazzi, non è nemmeno mai stato inviato. Insomma, chapeau!

9 Mi Piace

Come scrissi per i dfy dropshipping, vale lo stesso discorso per i dfy YouTube.

Luca Valori ha garantito, dietro all’investimento base di 4500 euro più costi opzionali, un canale YouTube in grado di generare 6000 euro al mese entro 45 giorni. Dopo ben 180 giorni, chi ha acquistato il servizio non ha ancora guadagnato un centesimo, ricevendo, al posto di quanto promesso, un canale YouTube completamente inutile con contenuti scopiazzati alla meno peggio da altri.

Il codice penale recita che il reato di truffa si costituisce quando, con artifizio o raggiro, un individuo si appropria del denaro altrui. Nella fattispecie, vi sono tutti i presupposti perché venga riscontrato in tribunale il reato di truffa.

Il mio consiglio a tutte le vittime di questo sistema, pertanto, è recarsi nella stazione di polizia o dei carabinieri più vicina e denunciare Luca Valori. Personaggi del genere, devono rispondere delle loro azioni davanti alla legge.

@LucaValori

9 Mi Piace

Non potevo crederci quando cercava di difendere il lavoro svolto consegnando quei 3 video, ero in imbarazzo per lui… certe persone non sanno cosa significhi avere una dignità

7 Mi Piace

[sposto il commento qui]

Live grandiosa. Complimenti (e grazie) per il tuo lavoro, Germano.

Uno spettacolo triste, ma che sarà utile a tanti.

Spero rimborsino subito Francesco… e prima o poi tutti gli altri.

Quanta pena però, cosa mi è toccato ascoltare oggi… e povera Lamborghini.

Una cosa così bella, una meraviglia dell’ingegno umano… ridotta a feticcio per vendere biglietti della lotteria “garantiti”. Per di più a ragazzi poco più che ventenni…

3 Mi Piace

Manco un briciolo di dignitá per incassare la misera figura rimediata in live e provare a mettere una toppa. Vergognoso

4 Mi Piace

Chiedo formalmente al signor @LucaValori di offrire delucidazioni in merito all’oggetto di questo post.

3 Mi Piace

@LucaValori mi ha appena scritto che si dissocia totalmente da Sebastian Rossi.

Anche da Gioele, deduco. Vediamo se lo ribadirà anche qui.

5 Mi Piace

Vediamo se si dissocia anche dallo Studio Gargano… :sunglasses:

1 Mi Piace

In che senso @LucaValori si dissocia da Sebastian Rossi? Si dissocia dalle minacce che Rossi (e Farronato, quindi si dissocia anche dal suo CEO?) ha rivolto a Francesco? Oppure si dissocia del vero argomento di discussione, ovvero l’ennesimo raggiro organizzato dalla Valori International? Tra un po’ Luca ci dirà che lui non sapeva niente dei dfy e hanno fatto tutto i suoi dipendenti.

3 Mi Piace

Ovvero?

Ma come? Il Temutissimo Reparto Penale della Valori Int. Non era pronto ad agire? Forse il buon @LucaValori ha un pochino di lucidità per accorgersi del mare di merda che gli sarebbe andata contro se avesse continuato con la storia del Reparto Penale. Ahah " Reparto Penale"…! Avranno pure le Lambo ma a questo punto nel cruscotto hanno anche un naso rosso da clown.

1 Mi Piace

@LucaValori sta cercando di farsi una nuova verginità, é evidente. Come è evidente che il mitico Seba Rossi in certi momenti stesse leggendo da un altro dispositivo. Mah. Nel Customer Care a mio avviso si sono dimostrati veramente una banda di scappati di casa. Poi la trovata del “Reparto Penale” fa scompisciare dalle risate. Carcarlo Pravettoni è molto più credibile.

2 Mi Piace

L’unico modo per fermare definitivamente Luca Valori è DENUNCIARE

Il 14 dicembre scorso in live sul canale YouTube di Fufflix, Germano Milite ospita un ragazzo che, con prove alla mano, testimonia il raggiro subìto da Luca Valori.

Alessio, questo il nome del ragazzo, nel mese di giugno del 2023 paga 4500 euro alla Valori International per acquistare il servizio “e-commerce done for you”. Un servizio tramite il quale Luca Valori prometteva la costruzione e la gestione di un negozio online in grado di generare 10.000 euro al mese entro 60 giorni.

Alessio, al posto di quanto promesso, riceve da Luca Valori un e-commerce completamente sterile e che successivamente scoprirà essere lo stesso che veniva consegnato a tutti i clienti del servizio in questione.

Al 14 dicembre scorso, Alessio non aveva guadagnato un solo centesimo.

A seguito della denuncia mediatica effettuata da Fufflix, Luca Valori, nel tentativo di salvare la propria reputazione, risarcisce Alessio.

La notizia viene immediatamente diffusa da Germano Milite, portando decine di persone, che come Alessio erano cadute vittime dello stesso raggiro, a chiedere di essere rimborsate. Luca Valori arriva a rimborsare più di 70.000 euro a persone che avevano acquistato servizio.

Ad oggi, Germano Milite ha ricevuto quasi 50 segnalazioni da parte di persone che denunciano il medesimo raggiro. Quasi 50 segnalazioni che denunciano la stessa cosa. Persino io, semplice utente di fuffapedia, ho ricevuto alcune segnalazioni in privato.

Arriviamo a due giorni fa, quando Germano Milite torna in live su Fufflix, insieme a un altro ragazzo, per parlare di un servizio molto simile offerto dalla Valori International: il “done for you YouTube”.

Francesco, questo il nome del ragazzo, porta una testimonianza del tutto simile a quella di Alessio, con una sola differenza: in questo caso Luca Valori prometteva, in cambio di 4500 euro, un canale YouTube in grado di generare fino a 6000 euro al mese entro 45 giorni.

A cambiare, radicalmente, è stata la reazione della Valori International. Forse non disposto a perdere una cifra simile a quella persa nei mesi scorsi, Luca Valori ha minacciato Francesco, tramite i propri venditori, di querelarlo per la testimonianza rilasciata.

Questo, signore e signori, è Luca Valori.

Voglio rivolgermi a chiunque sia stato raggirato da questa persona e voglio farlo senza giri di parole: l’unico modo per fermare definitivamente, ovvero in via permanente, Luca Valori è DENUNCIARLO alle forze dell’ordine.

La denuncia mediatica è essenziale per smascherare personaggi come Luca Valori e fare capire alle persone che comprare i suoi servizi significa buttare via i propri soldi.

Il fatto che Luca Valori abbia rimborsato molte delle persone che ha raggirato è sicuramente positivo. Ma attenzione: l’avrebbe mai fatto senza la denuncia mediatica di Fufflix? La risposta è scontata.

Personaggi come Luca Valori sono il male del web. Scaltri venditori di fumo che, spacciandosi per imprenditori di successo, raggirano malcapitati che non hanno le competenze per vedere la trappola in cui stanno cadendo. E troveranno sempre il modo per riciclarsi, per riacquistare credibilità e continuare a vendere fumo.

È per questo motivo che se siete stati raggirati da Luca Valori, dovete recarvi nella stazione di polizia o dei carabinieri più vicina e denunciarlo. Perché Luca Valori deve rispondere davanti alla legge delle proprie azioni e perché solo con una condanna definitiva, che andrebbe a demolire completamente la sua credibilità, può essere fermato.

6 Mi Piace

Caro Germano questi sono personaggi che per il bene pubblico hanno bisogno di meditare dentro una cella minimo 1 annetto. Personaggi che trattano le altre persone come mmonnezza giocano “sul sogno di questi, sui loro sentimenti” e poi si rivelano per quello che sono. Neanche Giuda sapeva mentire come fanno questi. Nell’arte della manipolazione il mezzo più forte che fa agire le persone (o non agire) è instillare “la paura”. Questa minaccia l’hanno fatta apposta, così si spargeva la voce su fufflix e gli altri non sarebbero più andati di persona a testimoniare in live. Questi sanno cosa rischiano e sanno che non hanno nulla in mano contro Francesco che ha solo recensito il loro servizio di cacca pura. Ma come hai visto le cose che promettono con “l’inganno”, “con la menzogna”… utilizzano sempre la stessa tecnica però per mettere paura. Fanno credere a Francesco che hanno qualcosa in mano, che lui è il colpevole che dovrà pagare penalmente. Sempre la stessa strategia usano. LA MENZOGNA. Ma tanto è il giudice che giudica, non fatevi intimorire :wink:

2 Mi Piace

Ma figurati, quali Lambo, sti personaggi sono dei pischelletti che non hanno nessun background di conoscenze accademiche o esperienze professionali. Il Reparto Penale, questi non hanno idea proprio del mondo del lavoro, figurarsi del settore imprenditoriale nello specifico

1 Mi Piace

Dite quello che volete ma ‘il reparto penale’ è una perla involontaria di comicità. Sono 10 minuti che son qua che rido.
La parte triste è che questi personaggi senz’arte nè parte e senza qualità se non la faccia di bronzo i soldi li hanno fatti sul serio. E fa riflettere su quali sono le vie nella vita per avere successo e prima ancora su cosa vuol dire la parola successo.

6 Mi Piace

Un’altra strategia per uscirne pulito, che però fallirà, dato che i soldi sono stati inviati al conto del sig. Valori. :wink:

1 Mi Piace

Mamma chi disagio valori, farronato, seb e banda. Forti, dietro una tastiera, ma poi… piccoli piccoli

1 Mi Piace

Questi personaggi forse, non sanno manco cosa sia un codice civile e un codice penale vista la figuraccia del ‘reparto penale’. Non hanno forse mai aperto un libro di diritto.
Adesso il famosissimo CEO (che solo a dirlo fa riedere) minaccia pure il povero Francesco, nonostante ABBIA TUTTO IL DIRITTO DI LAMENTARSI DEL SERVIZIO CHE GLI É STATO EROGATO, E NONOSTANTE LE PROMESSE delle entrate garantite dopo 45 giorni.
La situazione mi sembra surreale. Stai tranquillo Francesco, denuncia, non ti far intimorire. Questi non valgono niente.
Conoscono il possibile reato di pubblicità ingannevole? Chiedo visto che fanno tutti gli esperti di sta cippa🤣
Sperando poi che versino l’IVA in Italia perché, altrimenti, al di sopra di una certa soglia evasa di imposta, si applica l’articolo dell’omesso versamento Iva. Decreto 74/2000.
Grande Germano, grazie per tutto ciò che fai. Mi raccomando non lasciare solo Francesco, ora che sta subendo queste minacce.
Non aver paura di questi scappati di casa Francesco.

4 Mi Piace