Con Big Luca si suca...in Bocconi?

Quello che vedete non è un fotomontaggio, ma una slide reale condivisa durante una lezione all’Università Bocconi di Milano e ripresa dal profilo Instagram “NocontextBocconi”, che riporta spesso le slide più improbabili mostrate nell’aula della prestigiosa università.

Il testo è facilmente traducibile e dice, in sintesi, che i “fuffa guru” vendono corsi (di scarsa qualità) a “sciocchi”. E che ci riescono, prima di tutto, perchè non forniscono abbastanza informazioni chiare sulle proprie attività, in particolare proprio sull’indotto reale dei loro affari.

Da notare l’utilizzo di “fuffa”, come unica parola italiana in un testo scritto tutto in inglese, a testimonianza ulteriore che il termine è oramai decisamente sdoganato e di largo utilizzo.

Qui addirittura si va oltre, perchè si definisce direttamente anche la clientela (o almeno quella tipica) del personaggio. Cosa che, come sapete, io evito comunque di fare.

Insomma, attendendo conferme definitive e magari un po’ di interessante contesto (titolo del corso e docente, ad esempio), questa potrebbe essere una durissima lezione di “posizionamento” per chi, da anni, si è autoproclamato “il consulente marketing più pagato d’Europa”.

Definito come esempio calzante di fuffaguru, all’interno di una delle università europee più prestigiose.

E questo a pochissimo tempo dal suo ennesimo webinar di lancio per l’ennesimo corso sull’ennesima novità imperdibile.

Se è tutto come sembra, questa è sul serio una brutta batosta per De Stefani, che commenteremo insieme nella live di domani, giovedì 29 febbraio, alle ore 13 e 10.

Non mancate. Ci sarà molto da “sucare”.

IMPORTANTE: se qualcuno può darmi informazioni precise su docente e corso, gliene sono super-grato

11 Mi Piace

tutto molto bello,ma per esempio Proctor si vantava di insegnare cose che non ti insegnano a scuola e nelle università,ho paura che si gireranno così la frittata,del tipo:‘‘non vedi che hanno tutti torto?Non vedi che guadagnano 1200 euro al mese da sfigati?E la Lambo?L’università è da perdenti,ragionate come il top 1%(che poi è laureato vabbè) etc’’

Difficile in questo caso girare la frittata, i laureati alla bocconi di Milano sono quelli con la RAL media tra le più alte se non ricordo male

Sarà anche vero, ma hanno totalmente sbagliato la definizione di “scarcity”, anche nella maniera in cui la utilizzano i fuffa guru…

Quelle dei fuffaguru sono argomentazioni fatte da “sciocchi per sciocchi”, o “fools” come dice la slide stessa.

Chiunque abbia discrete capacità di ragionamento SA che, anche se uno guadagnasse 1.200€ al mese, può comunque avere ragione su cosa sia fuffa e cosa no.

Io personalmente non conosco altra gente oltre agli Infobusinessman pre-pandemici che siano diventati ricchi “”grazie a lui””

Che poi, chi ha fatto la grana con l’Infobusiness pre 2020 mica è diventato ricco grazie alle sue strategie, ma grazie al fatto che stava operando in un buco di mercato.

infatti io ne guadagno meno e non compro dai fuffa,così come non mi fanno alcuna impressione i bocconiani o quelli della Luiss,mia sorella insegna lettere all’università e spara certe stupidaggini che neanche te lo immagini. Stavo dicendo che loro la gireranno a loro uso e consumo,secondo me: ‘‘altrimenti perché parlare di noi se siamo fuffa?ci temono’’ e ‘‘certe cose le sappiamo solo noi’’ e così via. Poi non pensare che chi compri da un fuffa sia un imbecille,capita a tutti di sbagliare,solo cadendo si impara a camminare

ma non mi riferivo ai bocconiani,a parte il fatto che sono convitnto ci sia chi compra corsi inutili anche da loro,sono come tutti gli altri i laureati in bocconi,ci sono quelli intelligenti e quelli meno intelligenti,chi casca nella fuffa e chi no…

Non posso seguire perché devo terminare un lavoro.
Tuttavia posso dire che ho studiato il personaggio e comportamenti dei suoi allievi.
Quelli che acquistano consulenze o corsi di formazione sperano di imparare come fare a loro volta a vendere corsi di formazione.
Insomma vogliono copiare o imitare e pensano di rifarsi proponendosi come allievi.
Dopo si autopromuovono anche tramite le video recensioni.
Si tratta di uno schema mentale comune o ricorrente.

1 Mi Piace

Live grandiosa. Complimenti (e grazie) per il tuo lavoro, Germano.

Uno spettacolo triste, ma che sarà utile a tanti.

Spero rimborsino subito Francesco… e prima o poi tutti gli altri.

Quanta pena però, cosa mi è toccato ascoltare oggi… e povera Lamborghini.

Una cosa così bella, una meraviglia dell’ingegno umano… ridotta a feticcio per vendere biglietti della lotteria “garantiti”. Per di più a ragazzi poco più che ventenni…

1 Mi Piace


dai che ci siamo

2 Mi Piace


Ha usato il traduttore automatico?:joy:

2 Mi Piace

mi sa di si :joy:

1 Mi Piace

Che chicca! :joy:

Per non parlare degli scarabocchi dubaini… degni dei pittori immortalati dal primo Dipré.

1 Mi Piace